SOCIAL
 

Premio Don Giuseppe Morosini 2016

Premio Don Giuseppe Morosini 2016

Il Premio Cultura ‘Don Giuseppe Morosini’ 2016 all’architetto Angelo Verderosa

Ferentino (Fr), sabato 19 novembre 2016. Il Premio Cultura ‘Don Giuseppe Morosini’ 2016, giunto alla sua XXIII edizione, vede premiato l’architetto Angelo Verderosa per il suo impegno civico nella salvaguardia e promozione dei piccoli paesi dell’entroterra appenninico italiano.

Il premio, nato dall’idea dei professori Carmelo Testa e Andrea Cedrone, vuole essere un riconoscimento per quelle persone che impegnate nella cultura, nel sociale, nell’imprenditoria, nel giornalismo e nello sport, portano avanti il messaggio di pace e di libertà di Don Giuseppe Morosini. Sacerdote e patriota originario di Ferentino, operò anche a Monteforte Irpino e, dopo l’armistizio dell’otto settembre del 1943, partecipò alla difesa di Roma contro i Tedeschi.  Morosini diventò confidente della banda partigiana” Fulvi Mosconi “ a Monte Mario, e cappellano della formazione Bandiera Rossa. I suoi guai iniziarono quando un ufficiale della Wehrmacht lo mise a conoscenza del piano operativo delle forze tedesche dislocate sul fronte di Cassino. Successivamente tradito da un infiltrato della Gestapo fu arrestato nel gennaio del 1944 e, nonostante fosse sottoposto ad interrogatori sotto tortura, non fornì alcuna informazione.  Condannato a morte, il Pontefice invocò grazia per lui, ma Hitler la rifiutò. Fu fucilato il 03 aprile del 1944.  

La storia di questo sacerdote, poi insignito della Medaglia d’oro al valor militare, è stata mirabilmente raccontata nel film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini.

INFO  _ INFO 2

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Condividi