SOCIAL
 

Casa con colombaia

Casa con colombaia |  1998-2001 |  Santojanni |  Alta Irpinia

.

Situata in Alta Irpinia, nell’Appennino meridionale al confine tra Campania e Lucania, ad un’altitudine di 800 metri slm. Posizionata in funzione della visuale paesaggistica e dell’esposizione solare: la migliore visuale coincide con l’esposizione a sud. Camere, aperture vetrate e terrazzo guardano a Sud,  godendo di una bella visuale sui Picentini e sull’alta valle dell’Ofanto. Sul lato nord (controterra e con facciata chiusa) sono disposte scale, corridoi di distribuzione e ambienti di servizio (lavanderia, ripostigli, archivi, cantina, ecc).  La casa è composta da due volumi di articolazione e colorazione diversa: un corpo lineare con intonaco rosso pompeiano ed una torre colombaia di colore giallo senape. La torre presenta una copertura romboidale inclinata verso sud-est, ricoperta da pannelli fotovoltaici.

Progetto e direzione lavori, arch. Angelo Verderosa.

Il testo continua dopo le immagini.

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

.

Tecnologia della costruzione / strutture portanti :   In cemento armato (zona sismica di 1^ cat.), così composte :  Fondazioni a travi rovesce in cemento armato /  Pilastri e travi in cemento armato / Solai con travetti e laterizi / Copertura Torre colombaia : in legno lamellare / Copertura Casa : solaio inclinato con travetti e laterizi

Murature : Pareti perimetrali in laterizi alveolari, a cassa vuota, di spessore 45 cm. / Isolante interposto : pannelli di sughero / Divisori : in tavelle di laterizio di spessore 10 cm. / Basamenti con blocchi di pietra di calcarenite di spessore cm.12

Intonaci interni ed esterni : Ottenuti dall’impasto di sabbia di fiume con grassello stagionato di calce; colorazione  effettuata con ossidi naturali in fase di impasto.

Copertura : Del tipo ventilato, in pannelli coibenti, composti da uno strato superiore di metallo colore bordeaux accoppiato ad uno strato coibente dello spessore medio di cm. 8. I pannelli sono sollevati rispetto al solaio mediante una listellatura di legno, in modo da creare ventilazione.

Infissi esterni : In legno massello di castagno locale con vetrocamera isolante.

Pavimenti :  giorno, in mattonelle di cotto con listature in pietra locale / notte, in doghe di legno massello

Impianto di riscaldamento :  Caldaia alimentata da biomasse, scarti di lavorazione delle olive (nocciolino frantumato) e legna proveniente dalla potatura degli alberi circostanti (querce, ciliegi)

Impianto di raffrescamento : Per il breve periodo di caldo estivo funziona il raffrescamento naturale che sfrutta la ventilazione di aria risalente dalle cantine del piano interrato; attraverso una serie di aperture a vasistas l’aria fresca attraversa l’intero fabbricato ed espulsa in alto dalle finestrine della colombaia.

Impianto elettrico : Produzione di energia elettrica con impianto fotovoltaico di potenza 8 kW composto da 34 pannelli.

Impianto idrico :   Il fabbricato è connesso all’acquedotto comunale per il prelievo dell’acqua potabile. Attraverso gronde e pluviali, in lamiera di rame naturale, l’acqua piovana viene raccolta in una cisterna ed utilizzata per l’orto e la manutenzione delle aree esterne.

.