SOCIAL
 

luca battista Tag

 [email protected]  in  irpinia         nusco

incontri itineranti  2008-2009                                            ____

 

Sabato 29  novembre 2008

REINTERPRETANDO IL FARE / mestiere, qualità, innovazione

una strada per la sostenibilità  tra craft-design e recupero architettonico

MUSEO DIOCESANO e ARCHIVIO STORICO – Nusco (AV)

[email protected]  in  irpinia

1° incontro

 

Sabato 11 ottobre 2008

EDIFICI ENERGETICAMENTE EFFICIENTI /  doveri e opportunità

ABBAZIA del GOLETO – Sant’Angelo dei Lombardi

 

La quantità di energia complessivamente consumata in un’edificio è per la gran parte spesa per il suo riscaldamento nella stagione invernale e per il condizionamento estivo.

E’ necessaria una progettazione dell’involucro finalizzata alla riduzione dei consumi, senza penalizzare il comfort abitativo né aumentare i costi di costruzione; questo soprattutto nell’obiettivo di salvaguardare il nostro ambiente di vita.

Nel convegno saranno mostrate le esperienze maturate  in Italia e in altri paesi europei.

 

Un concorso finito male, come scrive Angela Castellano su TRACCE di ARCHITETTURA, anno III - numero 15, marzo 1997,  il mitico e rimpianto mensile de "la Bottega dell'Architettura".

CONCORSO per PIAZZA della VITTORIA a LIONI

l'estratto dello speciale che "Tracce" riservò al concorso "insabbiato", con scritti di Luca Battista - Angelo Verderosa - Renzo Piano - Vito Cappiello; con i disegni di concorso

per scaricare e leggere lo speciale in pdf (1,5 Mb), cliccare sull'immagine seguente

0.jpg

 

Un CONCORSO finito MALE, di Angela Castellano / Tracce 15/97 Nel 1992 il Comune di Lioni, in provincia di Avellino, bandì un concorso Nazionale di idee per la sistemazione di Piazza della Vittoria, una delle aree più rappresentative e di incontro per i cittadini di questo centro irpino.Piazza della Vittoria, infatti, occupa un posto centrale nella struttura urbana di Lioni, il punto d’incontro per le numerose strade che vi confluiscono, per gli abitanti di Lioni, ma anche per le numerose attività commerciali e sociali che vi si svogono. Negli anni succesivi al terremoto,però, l’attività di ricostruzione ha portato una certa confusione nelle funzioni vere e proprie della Piazza: da spazio pubblico di incontro sociale è stato trasformato in snodo del traffico veicolare perdendo il suo vero ruolo urbano. Di qui la necessità di bandire un concorso di idee progettuali capaci di offrire una visione unitaria dell’area in questione, in modo tale da restituire alla Piazza la sua antica funzione.Al concorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, partecipano professionisti provenienti da tutta Italia: